fbpx

MOVIDA NAPOLETANA A RISCHIO BLACK OUT. UN DIBATTITO PER SALVARE I LOCALI PARTENOPEI

Locali della movida by night che chiudono e opportunità di lavoro che calano per i giovani della città. Il problema delle regole e dei controlli che normano il mondo del divertimento napoletano, è serio e deve essere affrontato nella giusta misura.
Il rispetto delle norme da parte dei gestori non deve essere preso sotto gamba, soprattutto quando, a conseguenza della mancata osservanza, ne fanno le spese i cittadini ospiti della struttura (con seri problemi di gestione) e le strutture stesse, che in molti casi, rischiano di essere chiuse e messe sotto sequestro.
Mancate autorizzazioni e nullaosta e mancato rispetto delle leggi, impongono delle regole ancora più aggressive da parte degli organi di controllo, con il rischio che la movida napoletana sia minata e sia messa in discussione. L’osservanza delle regole diventa quindi fondamentale per il sistema del divertimento notturno, con la complicità di Forze dell’Ordine e gestori. Per questi motivi il SILB, sindacato italiano locali di ballo che associa il 90% delle imprese del comparto, ha promosso un importante convegno nazionale a Napoli. Il dibattito avrà luogo domani Giovedì 26 Febbraio 2015 alle ore 15 presso la Sala Gemito della Galleria Principe di Napoli (di fronte Museo Archeologico nazionale di Napoli). All’iniziativa partecipano i proprietari, i gestori, i dipendenti, gli artisti, e tutti coloro che sono parte del mondo dell’intrattenimento notturno e non solo. Un importante incontro per accendere i riflettori su un problema serio che affligge il territorio partenopeo.

error: I contenuti del sito sono protetti!